Dopo la prima approvazione “salvo intese”, il Consiglio dei Ministri ha approvato alla vigilia del 25 Aprile il testo del Decreto Crescita che contiene la re-introduzione del SuperAmmortamento, tra le misure centrali del piano Industria 4.0.

La maggiorazione del 30% del costo di acquisizione dei beni materiali nuovi riguarda, e questa è una importante novità, investimenti in beni strumentali effettuati che non siano superiori al valore complessivo di € 2.500.000,00. Verrà riconosciuta in relazione ad investimenti compiuti tra il 1 Aprile 2019 e il 30 giugno 2020, a condizione che entro la fine dell’anno 2019 sia stato versato il 20% di quanto dovuto, a titolo di acconto, e sia stato accettato l’ordine di acquisto.